BuildingSmartItalia
  1. BuildingSmartItalia
  2. Latest Post
  3. BuildingSmart Italia plaude alla pubblicazione del Decreto BIM
MINISTRO DELRIO

BuildingSmart Italia plaude alla pubblicazione del Decreto BIM

Il Capitolo Italiano di buildingSMART è orgoglioso di annunciare l’emanazione del decreto che rende progressivamente obbligatorio il ricorso alla modellazione informativa digitale nelle procedure di appalto nelle opere pubbliche italiane. Questo è l’esito di uno sforzo decennale, del quale siamo stati promotori.
Il 24 novembre 2015, in un convegno organizzato a Milano con la collaborazione del CRESME, buildingSMART Italia presentava una proposta di roadmap per la digitalizzazione dell’industria delle costruzioni e delle infrastrutture in Italia, invocando un impegno del Governo. Si riteneva infatti che, data la struttura del mercato italiano, la mancanza di un mandato governativo consolidasse la diffusa renitenza del sistema al cambiamento, pur a fronte di alcuni punti di forza, individuati allora:

  • – nell’esperienza del progetto INNOVANCE che tra il 2011 e il 2015 aveva coinvolto molti soggetti dell’industria, con la forte spinta di Piero Torretta e il determinante sostegno del compianto Claudio de Albertis,
  • nell’avviato impegno di UNI per una norma consensuale, e nella presenza italiana nei gruppi normativi europei ed internazionali,
  • nella progressiva disponibilità di offerta formativa presso le università.

Il 18 febbraio 2016 in un convegno organizzato da ISTEA presso la Camera dei Deputati, il ministro Graziano Delrio annunciava la prossima obbligatorietà della modellazione digitale negli appalti pubblici. Tale annuncio si tradusse nel comma 13 dell’art. 23 del D.Lgs. 50/2016 (Codice degli appalti), ad attuazione del quale, con decreto del Ministro, il 15 luglio 2016 fu istituita una Commissione per definire modalità e tempistiche di tale obbligatorietà.
Della Commissione, presieduta dall’ing. Pietro Baratono del MIT, hanno fatto parte tra gli altri Angelo Ciribini e Stefano Della Torre, rispettivamente consigliere e presidente di buildingSMART Italia: tra i contributi forniti dalla nostra organizzazione merita un cenno la relazione sullo stato dell’arte della interoperabilità.
Oggi il decreto studiato dalla Commissione è stato firmato dal Ministro Delrio (link). Con questo atto l’Italia avvia un processo di radicale cambiamento, in quanto il decreto impone che in pochi anni, progressivamente, tutti gli appalti pubblici in Italia siano gestiti attraverso la modellazione informativa digitale.
Il decreto Delrio prevede tra l’altro che si impieghino formati aperti ed interoperabili, e fa riferimento alla necessità che i dati siano organizzati in modo univoco in un ambiente di condivisione, il che va ben oltre l’idea di BIM proprietari che era stata diffusa negli scorsi anni.
Merita di essere sottolineata l’attenzione rivolta alla razionalizzazione organizzativa delle stazioni appaltanti e ad un vasto programma di formazione sui temi del project management e del BIM: il che rende particolarmente attuale e urgente l’adesione al programma di certificazione delle competenze di buildingSMART International.
Il riferimento all’art. 68 del Codice degli appalti richiama poi il supporto che gli operatori troveranno nella norma UNI 13337, scritta con il coinvolgimento di tutti gli attori della filiera, con l’attenta presenza dei membri di buildingSMART Italia a tutela della apertura e della interoperabilità.
Il mandato governativo italiano, per quanto viziato da un approccio eccessivamente orientato agli appalti più che alla gestione, è a questo punto tra i più avanzati e ambiziosi del mondo. Quindi è davvero doveroso ringraziare quanti si sono adoperati, dapprima nelle competenti sedi istituzionali e poi nella Commissione, affinché questo strumento prendesse corpo.
A questo punto l’impegno si deve intensificare, perché i cambiamenti non avvengono senza costi anche sociali, e la pubblica amministrazione italiana non è certo in uno stato brillante. Tuttavia il decreto trova un ambiente molto più aperto e dinamico di quanto si possa immaginare: il recente successo di Digital&BIM e la ampia partecipazione al BIM Award 2017 da noi organizzato dimostra che in Italia la digitalizzazione dell’industria dell’ambiente costruito è incominciata.

Stefano Della Torre

Presidente BuildingSmart Italia

Decreto Bim – versione definitiva